9 MAGGIO 1950- 9 MAGGIO 2010

60 ANNI DALLA

“DICHIARAZIONE SCHUMAN”

SULLA LUNGA VIA DELL’UNIONE

FEDERALE EUROPEA

Il 9 maggio 2010 cade il 60° anniversario della Dichiarazione Schuman da cui nacque la Comunità europea. È un fatto che ha cambiato il nostro destino. Troppo pochi lo ricordano e troppo pochi ricordano il senso ancora attuale di quel fatto.


Da allora, l
a Comunità ha compiuto grandi passi, sino alla moneta unica. Ma non ha raggiunto l’obiettivo di fondare una vera e propria Federazione. Questo obiettivo, al contrario, è oggi apertamente sabotato. Eppure la stessa Unione europea dimostra di funzionare laddove il metodo federale è riuscito ad imporsi, mentre si dimostra lontana dai suoi cittadini negli altri casi: si pensi all’assenza di una politica energetica ed ambientale, di un’unica politica estera e di difesa, all’incapacità di dare risposte adeguate ad una crisi economica che mette a rischio la portata stessa dell’Unione monetaria.

La Storia della costruzione europea è quella di una grande Rivoluzione Istituzionale e Pacifica, che non si è ancora conclusa. Noi cittadini europei siamo testimoni ed attori di questo straordinario esperimento di progresso politico, economico, sociale e civile, che ha permesso di pacificare il Vecchio continente.

Ma nel mondo globalizzato i risultati ottenuti non bastano e l’Europa deve diventare un compiuto soggetto politico della scena internazionale. Per questo motivo celebriamo il Sessantesimo anniversario della Dichiarazione Schuman, per questo motivo chiediamo a gran voce di recuperare lo spirito, il sogno e l’obiettivo scritto a chiare lettere nella Dichiarazione: creare la Federazione europea.

Annunci